logo-ricette-di-una-mamma

Migliaccio

Il migliaccio è un dolce della tradizione contadina napoletana, che ha origine molto antiche, a base di ricotta, semolino, aromatizzato agli agrumi.

Un dolce semplicissimo da preparare, cremoso, che si scioglie in bocca, sono sicura che vi conquisterà al primo morso.

Si prepara generalmente per Carnevale, ma è buono in qualsiasi periodo dell’anno.

Un dolce che insieme alle frappe, castagnole e frittelle, non dovrebbe mai mancare durante questo periodo.

Mi raccomando usate il semolino, quello per gli gnocchi alla romana e non la farina di semola, perchè sono due cose diverse.

Ingredienti

  • 200 g di semolino
  • 350 g di ricotta di pecora
  • 700 g di latte
  • 300 g di acqua
  • 250 g di zucchero
  • 2 bustine di vanillina
  • 4 uova
  • 50 g di burro
  • 1 cucchiaino di acqua di fiori d’arancio o millefiori (facoltativo)
  • Scorza di un’arancia intera
  • Scorza di un limone intera
  • Un pizzico di sale
  • Scorza di un’arancia e di un limone grattugiati

Procedimento

In una pentola mettete il latte, l’acqua, il pizzico di sale, il burro e le scorze di agrumi intere. Non appena sfiorerà il bollore, abbassate la fiamma, togliete le scorze degli agrumi, aggiungete la vanillina, mescolate.

Versate il semolino a pioggia, girando continuamente con una frusta, dovrà assorbire tutto il liquido e diventare come fosse una polenta densa, occorreranno 1-2 minuti.

Spegnete e mettetelo in un piatto grande o una pirofila ben steso, coprite con della pellicola e fate raffreddare.

Accendete il forno 180 modalità statico.

Con una frusta, mescolate il semolino per renderlo di nuovo cremoso.

Montate le uova con lo zucchero fino a renderle chiare e spumose.

Aggiungete la scorza di arancia e limone grattugiata, la ricotta setacciata, il semolino freddo (un cucchiaio alla volta per evitare grumi) e mescolate con le fruste elettriche fino ad ottenere una bella crema.

Aggiungete l’acqua di fiori d’arancio (se avete deciso di metterla) e mescolate.

Versate in uno stampo da 22 centimetri di diametro, possibilmente a cerniera, rivestito di carta forno o imburrato ed infarinato, sbattetelo leggermente sul tavolo per evitare che restino delle bolle d’aria, livellatelo con una spatola e infornate per 45-50 minuti.

Dovrà risultare leggermente dorato e crepato in superficie. Se utilizzate uno stampo da 24, diminuite il tempo di cottura di 10 minuti.

Controllate sempre in base al vostro forno.

Sfornate, fate raffreddare almeno un’ora prima di sformarlo e tagliarlo. Spolverizzate di zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono?

Sono Giovanna, vivo a Latina. Cucino piatti tradizionali, ma mi piace provare anche nuove ricette. 🍽️

Una ricetta ogni settimana!

Inserisci il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto, e riceverai le nuove ricette direttamente nella tua casella di posta!

Di cosa hai voglia?
Teniamoci
in contatto!

Forse potrebbero piacerti...