logo-ricette-di-una-mamma

Torta da colazione senza lievito

Mi ricordo che mia madre, quando ero piccola, nel preparare i dolci, non usava il lievito, mi mandava a comprare la “cartina” in farmacia. Si, andavo lì e chiedevo la “cartina” per 3, 6 o 12 uova.

A quei tempi mi sembrava tutto molto strano, ma crescendo ho capito che la cartina, non era altro che bicarbonato e cremor tartaro ed ora capisco perchè i suoi dolci, erano sempre sofficissimi.

Spesso vedevo che utilizzava invece il bicarbonato, quello che mio padre usava mettere nel limone per digerire, mi chiedevo perché lo mettesse nei dolci ….

E con questo ricordo, oggi ho preparato il dolce che preparava spesso per la colazione, ideale per l’inzuppo.

La sua consistenza è morbida, ma non si sbriciola ed il suo gusto, sa di casa, di dolce di una volta.

Io l’ho preparato in una teglia rotonda, ma potete benissimo, utilizzare uno stampo da ciambella.

Spero con questo dolce, di evocare dolci ricordi della vostra infanzia.

Ingredienti

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 150 g di olio di semi di girasole (o olio e.v.o. leggero)
  • 130 g di latte
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato (4 grammi)
  • Scorza e succo di un limone

Procedimento

Accendete il forno a 180 gradi, modalità statica. Imburrate ed infarinate uno stampo da 24 centimetri di diametro o a ciambella delle stesse dimensioni.

Dividete i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve.

Montate i tuorli con lo zucchero, per almeno 5 minuti fino a renderli belli chiari e spumosi.

Unite poi l’olio, il latte, la farina, la scorza del limone e continuate a montare. L’impasto sarà un po’ consistente, non liquido.

Sciogliete il bicarbonato in un cucchiaio di succo di limone ed unite al composto, versate poi il resto del succo di limone.

Unite gli albumi all’impasto, mescolandone prima un paio di cucchiai, per ammorbidire l’impasto stesso, poi il resto, mescolando con una spatola, dal basso verso l’alto.

Versate nello stampo e cuocete per 40-45 minuti, facendo sempre la prova stecchino

Una volta fredda, sformatela e spolverizzate di zucchero a velo.

Questa torta si presta bene anche per essere farcita di marmellata o spalmata con altre creme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono?

Sono Giovanna, vivo a Latina. Cucino piatti tradizionali, ma mi piace provare anche nuove ricette. 🍽️

Una ricetta ogni settimana!

Inserisci il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto, e riceverai le nuove ricette direttamente nella tua casella di posta!

Di cosa hai voglia?
Teniamoci
in contatto!

Forse potrebbero piacerti...