logo-ricette-di-una-mamma

Scafata (zuppa di verdure)

La scafata è una zuppa di verdure buonissima, a base di fave, carciofi e patate, tipica del Lazio che si prepara in Primavera, momento in cui le fave ed i carciofi sono di stagione.

Il nome deriva da “scafo” un termine dialettale che si usa per chiamare le fave, ed è l’ingrediente principale della ricetta.

Mi ricordo che quando ero piccola, mia madre la preparava spesso, visto che avevamo l’orto, ma non la mangiavo molto volentieri perché era “brutta”.

In effetti, a vederla, non è molto invitante, ma quando la assaggerete, ne vorrete ancora.

Da non confondere però con la vignarola o con la bazzoffia.

La prima si differenzia per l’uso di piselli e la mancanza di patate, la seconda perché contiene un uovo in camicia e pane raffermo.

Ingredienti per 4 persone

  • 6 carciofi romaneschi
  • 1 limone per i carciofi
  • 300 g di patate
  • 400 g di fave, già prive delle bucce
  • 4-5 foglie di bieta
  • Un ciuffo di finocchietto selvatico
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 100 g di pancetta a cubetti (in alternativa guanciale)
  • Sale
  • Pepe
  • Pecorino grattugiato
  • Olio e.v.o.

Procedimento

Per prima cosa, pulite i carciofi, togliete le foglie esterne più dure, tagliate a 4-6 spicchi a seconda della grandezza e metteteli in acqua e limone per evitare che anneriscano.

Pelate le patate e tagliatele a tocchetti, lasciatele in acqua per evitare che anneriscano.

Togliete le fave dai baccelli. Poiché in cottura le fave tendono a farsi molto scure, se non vi piacciono, potete optare per una breve cottura in acqua bollente salata per 1-2 minuti, poi scolarle ed immergerle in acqua fredda.

In un contenitore di coccio o di acciaio, mettete due cucchiai d’olio, l’aglio e la cipolla tritati o a fette sottili, la pancetta e fate rosolare a fiamma media.

Aggiungete le fave, le patate, i carciofi, la bieta ed il finocchietto selvatico, lasciate insaporire per 4-5 minuti. Mescolate, quindi aggiungete dell’acqua a filo delle verdure, aggiungete sale e pepe.

Coprite con il coperchio e cuocete a fuoco basso per 40 minuti e comunque fin quando tutte le verdure saranno belle tenere ed il liquido si sarà ridotto.

Servitela bella calda con fette di pane tostato e pecorino grattugiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono?

Sono Giovanna, vivo a Latina. Cucino piatti tradizionali, ma mi piace provare anche nuove ricette. 🍽️

Una ricetta ogni settimana!

Inserisci il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto, e riceverai le nuove ricette direttamente nella tua casella di posta!

Di cosa hai voglia?
Teniamoci
in contatto!

Forse potrebbero piacerti...