logo-ricette-di-una-mamma

Focaccia tipo pugliese

Adoro la focaccia, di qualsiasi regione sia.

Quella pugliese si diversifica dalle altre, perché contiene le patate nell’impasto. Sono queste infatti, che le danno una sofficità ed un gusto unico.

Ottima da gustare così com’è o farcita con provolone o affettato.

Come olive ho utilizzato delle taggiasche, ma potete usare quelle nere o quelle verdi.

Ingredienti

  • 350 g di semola rimacinata di grano duro
  • 150 g di farina manitoba
  • 160 g di patate lesse (o 30 g di fiocchi di patate, quelli per il purè, preparato con 150 g di acqua senza aggiungere sale)
  • 8 g di lievito di birra fresco o 4 g di quello secco
  • 300-350 g di acqua (dipende dall’assorbimento)
  • 15 g di sale
  • 3 cucchiai di olio e.v.o.

Per il condimento

  • 300 g di pomodorini
  • 50 g di olive snocciolate (o taggiasche)
  • Origano q.b.
  • Olio e.v.o.

Per la superficie

  • 3 cucchiai d’olio
  • 3 cucchiai di acqua

Per quanto riguarda le patate, visto che si tratta di una patata, cuocetela nel microonde: bucherellatela con una forchetta, avvolgetela a mo’ di caramella con della pellicola alimentare, facendo due giri e cuocetela per 4 minuti alla potenza massima. Lasciatela riposare 2 minuti, poi apritela e schiacciatela.

In caso contrario, potete lessarla in acqua, tagliata a cubetti e l’acqua di cottura, una volta fredda, utilizzarla per l’impasto, aggiungendone altra fino ad arrivare alla dose necessaria. La focaccia, sarà ancora più gustosa.

Procedimento

Mescolate le farine. Sciogliete il lievito in un mezzo bicchiere d’acqua tolta dal totale, insieme a 100 grammi di farina mista, sempre tolta dal totale e lasciate lievitare per circa un’ora.

Lavate i pomodorini, tagliateli a metà e conditeli con l’origano, un po’ di sale e un cucchiaio d’olio e teneteli da parte.

In una planetaria, versate le farine, unite le patate schiacciate ma fredde, il lievito sciolto e lavorate con la frusta K, aggiungendo l’olio e gradualmente l’acqua rimanente. Quando si è ben amalgamato, mettete il sale, mescolate ancora un po’ fino ad avere un impasto morbido, ma non appiccicoso.

Rovesciate su un piano e lavoratelo un po’ facendo due-tre pieghe per quattro volte. Poichè l’impasto è molto morbido, fatele aiutandovi con un tarocco.

Ungete una teglia da forno o due teglie rotonde da 24 centimetri di diametro. Versate l’impasto, fatelo riposare per una decina di minuti, poi  allargatelo con le dita. Coprite con un foglio di pellicola e lasciate lievitare per un’ora.

Trascorso questo tempo, distribuite i pomodorini sulla focaccia, schiacciandoli leggermente verso l’interno, mettete le olive, il succo dei pomodorini, un filo d’olio e un altro po’ di origano. Lasciate lievitare nel forno spento fino a quando sarà raddoppiata di volume, circa un’ora e mezza (in estate, anche meno).

Trascorso il tempo di lievitazione, accendete il forno 220 gradi, modalità statico.

Spennellate la focaccia con acqua ed olio mescolati insieme. Infornate solo quando il forno avrà raggiunto la temperatura, abbassatela a 200 gradi e cuocete per 25-30 minuti, regolatevi comunque con il vostro forno. La focaccia deve risultare bella dorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono?

Sono Giovanna, vivo a Latina. Cucino piatti tradizionali, ma mi piace provare anche nuove ricette. 🍽️

Una ricetta ogni settimana!

Inserisci il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto, e riceverai le nuove ricette direttamente nella tua casella di posta!

Di cosa hai voglia?
Teniamoci
in contatto!

Forse potrebbero piacerti...