logo-ricette-di-una-mamma

Focaccia alta

La focaccia è un lievitato classico, facilissimo da fare che può sostituire il pane. Buonissima calda e può essere farcita o gustata da sola come spuntino.

Quella che vi propongo è molto alta e soffice, adatta soprattutto per essere farcita, ma con questo stesso impasto, se volete farla più bassa, potete utilizzare due teglie tonde da 24 centimetri di diametro.

Ingredienti per una teglia

  • 1 kg di farina 00 o semola rimacinata di grano duro
  • 700 g di acqua
  • 50 g d’olio e.v.o.
  • 25 g di lievito di birra fresco (o 1 bustina di lievito di birra secco)
  • 30 g di sale
  • 5 g di miele

Per il condimento

  • 6 cucchiai di olio e.v.o.
  • 50 g di acqua
  • 20 di sale grosso (facoltativo)
  • Aghi di rosmarino fresco o rosmarino macinato q.b.

Procedimento

In un bicchiere sciogliete il lievito con un po’ di acqua tiepida tolta dal totale. (Se usate quello secco, versatelo direttamente nell’impasto senza riattivare).

Nella planetaria, versate la farina, il lievito sciolto, il miele, l’olio e cominciate a mescolare con l’attrezzo a gancio, versando gradualmente l’acqua rimanente. Quando è quasi del tutto amalgamato, mettete il sale. (se non avete la planetaria, potete utilizzare una ciotola e mescolare a mano, ci vorrà solo un po’ più di tempo).

Lasciate lavorare per circa 5 minuti fino ad ottenere un impasto morbido, che rimanga tutto attaccato al gancio.

btr

Fate lievitare per 3 ore (o fino a quando sarà triplicato) dentro al forno, ma con la luce SPENTA.

Io la metto lì, solo per evitare sbalzi di temperatura, perchè in cucina, la temperatura potrebbe variare.

In estate potrebbe volerci meno tempo, quindi potete scegliere di mettere meno lievito e lasciare lievitare, sempre fino a quando l’impasto sarà triplicato. Vi accorgerete che l’impasto è pronto, quando comincerà ad abbassarsi al centro.

Ora che l’impasto è lievitato, rovesciatelo su un piano di lavoro, fate due, tre pieghe in alto, ovvero sollevando l’impasto.

Quando avrà preso un po’ di consistenza, mettetelo su una teglia 40×33, alta 4 centimetri, o nella teglia del forno, unta di olio.

Lasciatelo lievitare per altri 30 minuti, coperto con pellicola o da un’altra teglia da forno, sempre all’interno del forno. Si allargherà da solo, quindi evitate di schiacciarlo con le mani, eviterete così di rompere le bolle della lievitazione.

Trascorsi i trenta minuti, se l’impasto non ha riempito tutta la teglia, stendetelo delicatamente con i polpastrelli.

In una ciotola, mescolate l’olio, l’acqua e il sale, se invece vi piacciono i granelli di sale in superficie, aggiungetelo dopo.

Spennellate delicatamente con il condimento o utilizzate uno spruzzino, unite il rosmarino ed il sale grosso, se non lo avete precedentemente mescolato all’acqua.

Fate delle fossette nell’impasto, con i polpastrelli, senza forarlo.

Ora, se volete una focaccia molto morbida, alta, da farcire (quella nella foto, era alta 4 centimetri), infornate a 160 gradi per 10 minuti, poi, senza aprire il forno, alzate la temperatura a 200 e continuate la cottura per altri 15 minuti.

Altrimenti, se la volete più asciutta esternamente, infornatela a 220 gradi per 10 minuti, poi abbassate a 180 e continuate la cottura per altri 8-10 minuti. Trascorso questo tempo, toglietela dalla teglia e posizionatela sulla griglia del forno e lasciatela ancora 5-6 minuti, in modo da farla asciugare.

Controllate comunque la vostra focaccia, perchè a seconda dei forni, potrebbe volerci qualche minuto in più, ma mai meno di 20 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono?

Sono Giovanna, vivo a Latina. Cucino piatti tradizionali, ma mi piace provare anche nuove ricette. 🍽️

Una ricetta ogni settimana!

Inserisci il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto, e riceverai le nuove ricette direttamente nella tua casella di posta!

Di cosa hai voglia?
Teniamoci
in contatto!

Forse potrebbero piacerti...